• Professionalita

    CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI

Contributi e agevolazioni per acquisto e installazione impianti

Ogni lavoro finalizzato all’abbattimento delle barriere architettoniche fruisce della detrazione prevista per le ristrutturazioni edilizie.
In questi interventi rientra l’installazione di ascensori, montascale, piattaforme elevatrici e simili.

Contributi statali e detrazioni fiscali
Tornare a vivere in piena libertà la propria casa è una scelta che, a livello finanziario, riserva molte opportunità: recuperi oltre il 50% della spesa sostenuta grazie ai contributi Statali previsti dalla legge n°13/1989 sull'abbattimento delle barriere architettoniche (da richiedere al Comune) e alle detrazioni fiscali del 50% o 19%.

Agevolazioni ai fini IVA
Si applica l’aliquota agevolata del 4% per l’acquisto di mezzi necessari alla deambulazione e al sollevamento dei soggetti portatori d’handicap ai sensi dell’art. 3 Legge 104/92. 

Compila il Form per richiedere informazioni su contributi e agevolazioni.

Ti mettiamo a conoscenza delle informazioni per usufruire dei benefici fiscali e di tutti i contributi per l’acquisto di un impianto.

Dopo il disbrigo delle pratiche burocratiche legate alle richieste di contributi ed agevolazioni fiscali, ti spiegheremo tutte le modalità di presentazione delle domande e a quanto ammonta l’entità delle detrazioni IVA e IRPEF.

Form by ChronoForms - ChronoEngine.com

DETRAZIONE FISCALE 50%

La detrazione spetta nella misura del 36%, ma fino al 31 dicembre 2018 questa aliquota è stata aumentata al 50%.

L’acquisto di ausili quale montascale, piattaforme elevatrici, ascensori e simili, per l’utilizzo in abitazioni private ,godono di significativi benefici fiscali in quanto sono considerati mezzi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche e/o spese sanitarie per persone con disabilità.

In particolare dall’imposta IRPEF dovuta dal contribuente è possibile detrarre:

-L’importo pari al 50% ( della spesa sostenuta per il bene, ai sensi della Legge 449/97 ora art. 16-bis del D.P.R. 917/86:

Ogni lavoro finalizzato all’abbattimento delle barriere architettoniche fruisce della detrazione prevista per le ristrutturazioni edilizie. In questi interventi rientra l’installazione di ascensori, servoscale, piattaforme elevatrici e simili.

Ripartizione della detrazione in quote annuali
La quota di spesa detraibile viene sottratta dall’IRPEF dovuta dal contribuente in 10 rate annuali di eguale importo. La prima rata viene detratta nell’anno in cui la spesa è stata sostenuta, mentre le altre rate verranno detratte nei successivi 9 anni.

oppure in alternativa:

-L’importo pari al 19% della spesa sostenuta per il bene e relative spese di manutenzione, secondo quanto previsto dall’art. 15 lettera c) del D.P.R. n. 917 del 22 dicembre 1986.

Interventi agevolabili
Spese riguardanti i mezzi necessari all’accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione e al sollevamento rivolti a facilitare l’autosufficienza e le possibilità di integrazione dei soggetti portatori di handicap di cui all’art. 3 della Legge n. 104/92 godono di una detrazione dall’IRPEF annua netta pari al 19% dell’intera spesa sostenuta comprensiva di IVA e senza detrazione della franchigia di 129,11 euro prevista per le altre spese sanitarie.

Al fine di accertare l’applicabilità di tali norme alle particolari condizioni di ogni singolo contribuente, suggeriamo comunque di informarsi anche presso il proprio consulente fiscale o di rivolgersi presso un Centro di Assistenza Fiscale (CAF).

CONTRIBUTI STATALI

I contributi statali sono previsti dalla legge n° 13/1989 ("disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati") .

La domanda di contributo va presentata agli Uffici preposti del Comune dove è situato l'immobile e nel quale il richiedente abbia "stabile e abituale dimora".

Il comune non interviene direttamente sulle scelte relative all'erogazione dei fondi, in quanto questi sono stabiliti annualmente dal Ministero dei Lavori Pubblici, distribuiti alle regioni e da quest'ultime, erogati ai comuni, sulla base delle domande complessivamente ricevute.

La domanda deve essere sempre presentata dalla persona che ha le difficoltà di deambulazione o da chi ne esercita la tutela o la potestà.

CHI HA DIRITTO AL CONTRIBUTO?

Il contributo viene rilasciato a favore di chiunque sia portatore "di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti" che determinino obiettive difficoltà alla mobilità; pertanto non è necessario essere formalmente riconosciuti invalidi, ma presentare una patologia tale da rendere impossibile, difficoltoso o pericoloso affrontare a piedi una rampa di scale.

Tale condizione può essere attestata da un certificato medico, in carta semplice, rilasciato da qualsiasi medico; è sufficiente che precisi da quali patologie dipende la limitazione del richiedente e quali obiettive difficoltà alla mobilità ne discendano.

I portatori di handicap riconosciuti invalidi al 100% con difficoltà di deambulazione dalla competente Azienda Sanitaria Locale, hanno diritto di precedenza nella graduatoria delle domande ammesse al contributo.

Mascaro Ascensori

L'azienda Mascaro si occupa della installazione e della manutenzione di ascensori da interni e panoramici, castelletti, piattaforme elevatrici e montascale.

Info Azienda
  • Via Antonio Casolini, 8  
    88100 Catanzaro (CZ)

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • ORARI UFFICI
    Lun-Mar-Mer-Ven | 09:30 – 15:30
    Giovedì | 13:00 - 18:00

    ORARI ASSISTENZA TECNICA
    Da Lun a Ven | 08:00 - 18:00

Contatti
  • Uffici
    (+39) 0961 61324
    (+39) 388 3203710                     

    Settore Tecnico
    (+39) 338 7632233

  • NUMERO VERDE
    800 592 861 

Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso. Proseguendo la navigazione acconsenti all' utilizzo dei cookie.
Leggi Informativa Ok Declina